Coronavirus, Michel a Mattarella: siete la prima linea... -3

Loc

Bruxelles, 20 mar. (askanews) - "Vorrei Presidente, per Suo tramite - scrive ancora Michel a Mattarella - dare ai suoi cittadini un messaggio semplice, e accorato: l'Italia non è sola"

"Nessun Paese - osserva ancora il presidente del Consiglio europeo - può farcela da solo in questa crisi: dobbiamo aiutarci e sostenerci l'un l'altro. È questa l'essenza vera della solidarietà europea, e il senso profondo della comunità di Stati e del modello di cooperazione che l'Italia ha così fortemente contribuito a costruire".

"So quanto Lei condivida - continua Michel, rivolto al Capo dello Stato -, personalmente e politicamente, l'attaccamento a questi valori condivisi. E sono convinto che continuerà a farsene interprete, anche in un momento così difficile per l'opinione pubblica preoccupata dalla crisi, e dal riemergere di pressioni centrifughe fomentate dal riflusso di politiche identitarie. Tengo a rinnovare, a Lei per Suo tramite, al Paese, il sentimento di cordoglio delle istituzioni europee per la tragedia che vive l'Italia, e le condoglianze alle tante vittime, ai loro cari e a tutti coloro che lottano contro questa pandemia".

"L'Italia e l'Europa ne usciranno più forti di prima. Come si sente echeggiare in tutti gli angoli del Suo meraviglioso Paese: andrà tutto bene", conclude il presidente del Consiglio europeo.