Coronavirus a Milano: in arrivo 114 soldati dell’esercito per il controllo della città

coronavirus milano esercito

La Prefettura ha annunciato l’impiego dell’esercito nella città di Milano per fermare l’emergenza coronavirus. Saranno in particolare 114 i soldati che scenderanno in campo e controlleranno il rispetto delle misure di contenimento insieme alle forze dell’ordine.

Coronavirus a Milano: in strada soldati dell’esercito

Ad annunciarlo è stata la prefettura nella mattinata di venerdì 20 marzo 2020. Questa ha rimodulato i servizi durante il Comitato Provinciale per l’Ordine e la Sicurezza Pubblica, svolto con la presenza degli assessori regionali Riccardo De Corato e Pietro Foroni.

I soldati stanziati secondo le indicazioni fornite dal ministro dell’Interno fanno parte delle unità preposte al progetto Strade Sicure. Come spiegato, trentaquattro sono già operative per controllare che i passeggeri nelle stazioni ferroviarie si spostino solo per motivi di reale necessità (lavorativa o di salute). I nuovi servizi partiranno invece dalla giornata successiva insieme al potenziamento dei controlli da parte di tutte le forze di Polizia.

I servizi aggiuntivi, hanno spiegato fonti della prefettura, si distribuiranno nella Città Metropolitana tenendo conto dei flussi di movimenti rilevati nelle giornate precedenti, delle segnalazioni pervenute dai sindaci e della incidenza territoriale del contagio. L’impiego dell’esercito per monitorare il rispetto delle misure governative non è una soluzione adottata soltanto dal capoluogo lombardo. Solo qualche giorno prima il governatore campano Vincenzo De Luca aveva annunciato l’arrivo dei militari a Napoli.