Coronavirus, Milano: bloccati in stazione, volevano andare al Sud

Coronavirus, Milano: bloccati passeggeri in stazione

Lacrime alla stazione di Milano Centrale. I controlli anti Coronavirus si fanno più severi e alcuni passeggeri diretti a Salerno e Napoli sono stati respinti, per loro nessuna partenza. Le verifiche da parte delle Forze dell’Ordine riguardano documenti di identità, temperatura corporea e la presenza o meno dell’autocertificazione che attesti un valido motivo per spostarsi.

Bloccati in stazione a Milano

Circa una decina di partenti da stazione Centrale non sono risultati idonei e pertanto gli è stato impedito di lasciare la città. Sono in corso controlli straordinari anche a Napoli Centrale, con attenzione a tre convogli in particolare provenienti dal Nord Italia.

Questo giro di vite necessario, come tanti altri, è la conseguenza delle azioni irresponsabili compiute da alcune persone che hanno messo a rischio non solo le loro famiglie ma anche tutti gli altri passeggeri.

Controlli serrati anti Coronavirus

Sembra che a Milano di situazioni come quella verificatasi nelle stazione all’emanazione del primo DPCM, non se ne vogliano vedere più. La stretta sui controlli non può che essere apprezzata, viste le conseguenze dell’esodo su tante famiglie del Sud Italia. Diverse persone sono state infatti contagiate da studenti e lavoratori provenienti da Lombardia e Veneto.

Dopo una seconda ondata di partenze dalla metropoli, avvenuta nella giornata di venerdì 13 marzo 2020 sulle linee dirette a Siracusa, Palermo e Lecce, è stata costituita una task-force che vede collaborare la Protezione Civile regionale, la Rete Ferroviaria Italiana, la Polizia Ferroviaria e la Federazione Medici di Medicina Generale.