Coronavirus, Ministero con Google e Youtube contro le fake news

ministro Roberto Speranza

In una situazione di emergenza come quella del coronavirus, la corretta informazione è fondamentale. Proprio per questo motivo il Ministero della Salute ha deciso di siglare un accordo con Google e Youtube in modo tale che le due piattaforme indirizzino gli utenti a cercare informazioni proprio sul sito del ministero.

Accordo Ministero della Salute con Google e Youtube

Attraverso un post apparso sul profilo Facebook del Ministero della Salute è stato ufficializzato l’accordo con Google e Youtube al fine di garantire agli utenti una corretta informazione.

“Contro la disinformazione sul Covid-19 accordo fatto anche con Google e YouTube. Da oggi le due piattaforme suggeriranno il nostro sito a tutti gli utenti che cercheranno notizie sul coronavirus. Aiutiamoci l’un con l’altro. Insieme ce la facciamo”. Una notizia importante, quella annunciata dal Ministero della Salute, che dimostra come l’informazione si riveli il miglior strumento per evitare allarmismi inutili.

Sul sito ufficiale del ministero della salute, inoltre, si leggono anche le parole del ministro Roberto Speranza in merito all’accordo preso con Google e Youtube. “In queste ore non facili è importante la corretta informazione. Google, con le sue ricerche, e YouTube, con i suoi video, possono far emergere notizie affidabili. Per questo è utile l’accordo fatto con il Ministero della Salute: ora le due piattaforme indirizzeranno verso il nostro sito tutti gli utenti che cercheranno notizie sul nuovo coronavirus”. Queste le parole del ministro della Salute, Roberto Speranza.

Già nei giorni scorsi, inoltre, il Ministero della Salute ha stretto accordi con i rappresentanti di Facebook Italia e di Twitter per suggerire agli utenti che cercano notizie sul nuovo coronavirus il sito del Ministero. “Continuiamo a lavorare – ha quindi dichiarato il ministro Roberto Speranza – perché anche sui social le informazioni siano corrette e non influenzate dalle troppe fake news”.