Coronavirus, Ministero della Thailandia: “Ha avuto successo una cura”

Coronavirus cura Thailandia

Mentre i morti e i contagi da Coronavirus continuano ad aumentare, la Thailandia ha fatto sapere che su una donna cinese infettata avrebbe avuto successo una cura. Le condizioni della paziente sarebbero infatti migliorate dopo aver ricevuto uno specifico trattamento.

Cura per il Coronavirus in Thailandia

Si tratterebbe di un cocktail di antivirali che normalmente vengono usati per curare l’influenza e l’HIV. A renderlo noto è stato il Ministero della Salute durante una conferenza stampa. Il dottor Kriengsak Attipornwanich ha poi aggiunto altri dettagli, spiegando che la donna, a 48 ore dalla somministrazione, è risultata negativa ai test. “Il risultato di laboratorio del positivo sul coronavirus è diventato negativo“, ha confermato. Il suo miglioramento risultava comunque già evidente a distanza di 12 ore.

Il cocktail preparato dai medici era a base del farmaco antinfluenzale oseltamivir, di lopinavir e ritonavir. Non si tratta comunque ancora di una cura ufficiale e il Ministero sarà in grado di fornire ulteriori informazioni quando avrà ricevuto i risultati di ricerca che dimostreranno gli esiti.

Fino a domenica 2 febbraio 2020 in Thailandia ci sono stati 19 casi confermati di virus 2019 n-CoV di cui 13 solo nella capitale Bangkok. Si tratterebbe del secondo numero più alto di casi al di fuori della Cina, con il Giappone che registra 20. A seguirli vi è la città stato di Singapore che, con 18 accertamenti, si trova al terzo posto. Per adesso 8 pazienti in Thailandia si sono ripresi e sono tornati a casa, mentre gli altri 11 sono rimasti in ospedale.