Coronavirus, Miur-Rai: programmazione dedicata a scuola e famiglie

Rus

Roma, 24 mar. (askanews) - La ministra dell'Istruzione, Lucia Azzolina, e l'Amministratore delegato della Rai, Fabrizio Salini, hanno siglato, questa mattina, una carta d'intenti che rafforza l'impegno della Rai, Radiotelevisione italiana, sul fronte della programmazione e degli spazi dedicati alla scuola. In particolare, RaiPlay e Rai Scuola, aderiscono alla campagna #LaScuolaNonSiFerma, lanciata dal Ministero dell'Istruzione per raccontare esperienze di didattica a distanza, nelle sue diverse forme, e le storie di docenti, dirigenti, personale, studenti, famiglie, di quanti, pur in piena emergenza, stanno lavorando per far sì che non si perda il contatto fra la scuola e i propri alunni e studenti. "Ringrazio la Rai per il supporto che sta dando e che continuerà a dare, rafforzando la propria offerta dedicata alla scuola e rendendola sempre più visibile e accessibile per studenti, insegnanti, personale della scuola, famiglie", dichiara la Ministra Lucia Azzolina. "Il grande patrimonio della Rai - prosegue - viene così messo a disposizione della scuola italiana e potrà essere utilizzato a supporto delle lezioni, grazie a tutorial, video dedicati, materiali per la didattica. Anche le famiglie potranno contare su contenuti di alta qualità e nuove produzioni da vedere insieme ai ragazzi e ai bambini. Questa emergenza sta portando in primo piano la grande importanza del nostro sistema sanitario, ma anche quella della scuola, che è entrata ancor di più nelle case di tutti. È bello e importante che anche la Rai sia parte di questo momento, che stia vicino al nostro personale, ai nostri studenti, al Ministero. Si tratta di un'offerta che crescerà ulteriormente. Questo è vero Servizio Pubblico".

Per l'Amministratore Delegato della Rai, Fabrizio Salini: "È un grande onore e un dovere per la Rai realizzare un progetto di indubbio valore insieme al Ministero dell'Istruzione, in coerenza con la migliore tradizione dell'azienda. Da sempre la Rai svolge un ruolo cruciale nella scolarizzazione e nella formazione degli italiani. Ancora una volta afferma il suo ruolo di Servizio Pubblico, storicamente dedito al consolidamento della coscienza civile nazionale: in un momento di grande travaglio e di difficoltà oggettiva per le famiglie e gli operatori della scuola, che costituiscono il fondamento civile del Paese, la collaborazione tra l'Istituzione che ha la responsabilità della formazione in Italia e la principale azienda culturale italiana, la Rai, consente di guardare con maggiore fiducia al nostro futuro prossimo".(Segue)