Coronavirus, Moles (Fi): didattica online non per tutti studenti

Pol/Arc

Roma, 26 mar. (askanews) - "Il dato certo è che le scuole sono chiuse e che l'attività didattica prosegue a distanza ma non sempre in modo congruo e omogeneo. Ci sono differenze tra istituti che sono riusciti a organizzarsi e istituti che non ne hanno mezzi e possibilità per farlo. Ci sono poi famiglie che possiedono la banda larga e molte che non se la possono permettere o che, ad esempio, hanno un solo pc e più figli che dovrebbero utilizzarlo". Lo ha detto il vicepresidente dei senatori di Forza Italia Giuseppe Moles, intervenendo al Senato dopo il ministro dell'Istruzione Lucia Azzollina sugli effetti dell'epidemia da coronavirus sul sistema scolastico.

"Non vorremmo - ha aggiunto - che si debba arrivare a scegliere in una famiglia quale figlio possa continuare a seguire le lezioni scolastiche e chi no. Inoltre, riteniamo indispensabile conoscere da subito non solo gli orientamenti ma quali siano le decisioni del ministro dell'Istruzione sulla salvaguardia dell'anno scolastico e su quali sono le prospettive. Dobbiamo saperlo ora non a settembre prossimo".