Coronavirus, Moles (Fi): perché scuole chiuse e alloggi studenti no?

Pol/Bac

Roma, 5 mar. (askanews) - "Il decreto appena emanato dal Governo, in materia di prevenzione sul corona virus, ha un grande vuoto normativo. Leggendolo, purtroppo, non emerge nessuna direttiva specifica per quanto riguarda gli alloggi, le residenze e le mense per gli studenti universitari. Perchè si è proceduto alla chiusura di scuole e atenei lasciando in sospeso questa questione?" Lo dichiara in una nota Giuseppe Moles, vice presidente dei senatori di Forza Italia.

"Quegli ambienti sono forse esenti da infezioni? Oltretutto viene da chiedersi anche il perchè della scelta di sospendere le attività didattiche ma non chiudere le scuole. Dal momento che saranno pochissime le strutture in grado di tenere le lezioni a distanza e dal momento che non sarebbe neanche agevole dare informazioni ai pochissimi avventurieri che ne dovessero richiedere, perchè costringere alla presenza migliaia di collaboratori scolastici, tecnici ed amministrativi?", si interroga il senatore azzurro.

"E anche se fosse per la sanificazione degli ambienti scolastici, questa non prenderebbe più di una giornata, e comunque non sarebbe compito loro. Queste sviste, purtroppo, stanno creando grande confusione e sconcerto, e si sarebbero potute evitare con un poco di attenzione in più", conclude.