Coronavirus, Mollicone (Fdi): istituire web tax di solidarietà

Pol-Afe

Roma, 14 mar. (askanews) - "Considerato il particolare momento in cui le tradizionali forme di commercio sono limitate, la regolazione del mercato delle grandi piattaforme digitali, in particolare sviluppate per l'e-commerce, è necessaria per garantire i consumatori e l'andamento economico della Nazione. Le recenti disposizioni sanitarie hanno reso, di fatto, colossi come Amazon o Ebay dei quasi-monopolisti della vendita al dettaglio di prodotti, in particolare sanitari, con rischi di aumenti di prezzi considerevole e 'fumus' di manovre speculative, come avvenuto con mascherine e prodotti igienizzanti. Fatta salve le iniziative di solidarietà digitale, a cui hanno aderito molti 'over-the-top' e che riempiono un vuoto infrastrutturale e di competenze digitali dettato da anni di negligenza e ritardi nelle politiche dell'innovazione, il mercato digitale destini quota parte dei proventi in maniera solidale con lo Stato italiano, in base al volume di fatturato generato in questa fase emergenziale. È necessario, quindi, un aumento di investimenti nelle politiche innovative: l'Italia è solo ventiquattresima nell'indice Desi, l'indice europeo di digitalizzazione dell'economia e della società per quanto riguarda l'attuazione dell'Agenda Digitale; la banda larga ancora non è abbastanza diffusa nella Nazione; l'Istat stima che il 40% della popolazione abbia basse competenze in campo digitale". Così il deputato responsabile Innovazione di FDI, Federico Mollicone.