Coronavirus, Moratti: vacciare prima tassisti e forze dell’ordine

Red
·1 minuto per la lettura
Image from askanews web site
Image from askanews web site

Milano, 5 feb. (askanews) - "Regione Lombardia auspica che nell'ambito delle categorie dei servizi essenziali le altre regioni e il Governo concordino per l'inserimento dei tassisti, come tutti gli operatori del trasporto pubblico locale, nelle priorità della campagna vaccinale che partirà immediatamente dopo quella riservata agli anziani over 80". Lo ha scritto in una nota la vicepresidente e assessore al Welfare, Letizia Moratti, che ha confermato agli Stati Generali del Patto per lo sviluppo l'attenzione a diverse categorie di servizi essenziali come il personale del trasporto pubblico locale, tassisti compresi, addetti del Tribunale, forze dell'ordine, personale docente e non docente delle scuole.

Altre sottocategorie, considerate come maggiormente esposte al rischio contagio come estetisti e parrucchieri, addetti alla manifattura, commercianti, sono in fase di valutazione, secondo le segnalazioni ricevute dalle associazioni. "I tassisti in particolare - osserva Moratti - costituiscono un anello importante della complessa rete del trasporto pubblico. Per la peculiarità del loro lavoro sono a contatto con molte persone, perciò maggiormente esposti al rischio di contagio, e il loro operato costituisce l'essenza stessa dell'attività di impresa individuale che va quindi tutelata e protetta anche per l'interesse di servizio pubblico".