Coronavirus, morta donna di 68 anni a Bologna: non era vaccinata

·2 minuto per la lettura
Bologna, 68enne muore di Covid
Bologna, 68enne muore di Covid

Si era presentata presso il pronto soccorso dell’Ospedale Maggiore di Bologna nella giornata di domenica 15 agosto 2021 con sintomi riconducibili al Covid, la donna di 68 anni deceduta nella giornata di venerdì 20 agosto.

A seguito di alcuni esami condotti nella giornata di Ferragosto, i medici avevano diagnosticato una gravissima complicazione polmonare causata dalla positività al Covid, la donna ha trascorso diversi giorni in terapia intensiva, poi è subentrata la morte.

Covid Bologna, morta una 68enne

È morta dopo quattro giorni di ricovero in terapia intensiva presso l’Ospedale Maggiore di Bologna, nella giornata di venerdì 20 agosto 2021, la donna di 68 anni la cui vita è stata spezzata dal Covid.

Ecco quanto dichiarato sul caso dal Direttore del Dipartimento emergenza dell’Ausl di Bologna, Giovanni Gordini, secondo quanto riportato dal Corriere di Bologna:

“È uno dei pochissimi casi gravi che abbiamo avuto in questa quarta ondata.La donna è entrata in prontosoccorso che era grave, ci è rimasta solo qualche ora, poi è stata trasferita velocemente in terapia intensiva, ma purtroppo non è stata trattabile. Siccome però è un caso, aspettiamo a dire che è una tendenza. Comunque essere difesi con il vaccino aiuta, è responsabilità di tutti noi”.

Covid Bologna, morta una 68enne: non era vaccinata

La donna deceduta a causa di Covid-19, nella giornata del 20 agosto 2021, presso l’Ospedale Maggiore di Bologna, non era vaccinata contro il Coronavirus.

Per questo motivo il Direttore generale dell’Ausl di Bologna, Paolo Bordon, ha colto l’occasione per fare un appello alla popolazione e incoraggiare le vaccinazioni, commentando il decesso della donna.

Secondo quanto dichiarato da Bordon a Bologna, c’è ancora un “25% della popolazione ancora potenzialmente raggiungibile, vale a dire 200.000 persone che rischiano non vaccinandosi”.

Covid Bologna, morta una 68enne: non soffriva di malattie pregresse

L’aspetto che ha maggiormente colpito i sanitari dell’Ausl di Bologna, in merito al decesso della donna di 68 anni, è che la donna secondo quanto risulta al momento, pare non soffrisse di patologie pregresse.

Il Dipartimento di Sanità Pubblica si occuperà adesso di ricostruire gli ultimi contatti e movimenti della 68enne, al fine di capire se altre persone, che potrebbero essere state a contatto con lei, sono state contagiate.

Al momento per l’Ausl c’è un’unica certezza sul caso della donna deceduta di Covid, ossia quella che una morte cosi violenta e rapida causata dall’aver contratto il virus non si vedeva almeno da marzo 2020, quando purtroppo questi casi erano all’ordine del giorno.

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli