Coronavirus, mortalità in aumento secondo l’Oms

Coronavirus, mortalità in aumento secondo l’Oms

Non è come l’influenza stagionale: secondo gli ultimi dati diffusi dall’Oms, il Coronavirus ha una mortalità ben superiore. L’epidemia si sta espandendo in tutto il mondo, di conseguenza aumentano anche i decessi, ma ci sono diversi pazienti che sono riusciti a guarire.

Coronavirus, Oms: “Mortalità in aumento”

Secondo una nuova stima dell’Organizzazione Mondiale della Sanità, alla luce dei dati raccolti in tutto il mondo, il tasso di mortalità per Coronavirus si attesta al 3,4%. Solo qualche giorno fa eravamo invece ad un più rassicurante 2% di decessi fra i casi positivi. Tedros Adhanom Ghebreyesus, direttore generale dell’Oms, durante una conferenza stampa a Ginevra ha dichiarato: “Ora, con maggiori dati alla mano, stiamo capendo di più di questo virus. Non è Sars, non è Mers e non è influenza. È un virus unico con caratteristiche uniche”.

Coronavirus e influenza stagionale

L’influenza stagionale farebbe molti meno morti: solo l’1% di chi la contrae. L’Oms ha spiegato che la diffusione del contagio da Coronavirus è dovuta principalmente al fatto che nessuno sia immune a questo, mentre tante persone nel mondo hanno sviluppato gli anticorpi in grado di resistere ai virus stagionali.

Coronavirus: i vaccini

Al momento non esistono vaccini per questo nuovo virus. Diversi Paesi si stanno però impegnando a svilupparne uno: negli Stati Uniti, ad esempio, è in corso la sperimentazione sull’uomo di un prototipo di vaccino. In Italia invece alcuni ricercatori dell’Ospedale Sacco di Milano sono riusciti ad isolare il “ceppo italiano” del Covid-19, un risultato utile al fine di studiarne una possibile cura con farmaci ad hoc.