Coronavirus, morto il padre del paziente 1

coronavirus padre paziente 1

E’ morto il padre di Mattia o MM, il paziente 1 di 38 anni che per primo era risultato essere positivo al coronavirus in Italia. Come riportato dall’Ansa, Moreno, questo il nome del papà del 38enne, sarebbe una delle 62 vittime del paese di Castiglione d’Adda, uno dei dieci comuni facenti parte della primissima zona rossa del lodigiano. Il coronavirus si conferma dunque ancora una volta un virus dalla brutalità devastante, solo pochi giorni fa infatti si era appreso che Mattia, il paziente 1, era fuori pericolo dopo diverse settimane passate in terapia intensiva all’Ospedale San Matteo di Pavia.“Ho resistito solo per veder nascere la mia prima figlia”, aveva detto appena tornato cosciente il paziente 1. Solo pochi giorni dopo, questa triste storia assume per lui, e la sua famiglia, di nuovo un carattere estremamente negativo.

Morto il padre del paziente 1

Il decesso del papà del paziente 1 è avvenuto il 20 marzo ma solo nella giornata di sabato ne è stata data comunicazione. Continuano ad aumentare i numeri dei morti in Lombardia, così come in tutta Italia, e si teme che il picco dei contagi sia ancora molto lontano. I paesi del lodigiano, benché siano stati i primi a mettere in pratica le restrizioni del governo, hanno avuto molte perdite e proprio per l’alto numero di decessi il sindaco di Castiglione d’Adda, paese di circa 4.600 abitanti, Costantino Pesatori, nei giorni scorsi ha telefonato al prof. Massimo Galli dell’Ospedale Sacco di Milano suggerendogli di condurre uno studio epidemiologico sul comune che amministra. Una richiesta che ha trovato la disponibilità dell’infettivologo.