Coronavirus, morto parroco di Ariano Irpino: paese in quarantena

Psc

Napoli, 20 mar. (askanews) - E' morto don Antonio Di Stasio, parroco di Ariano Irpino (Avellino), uno dei cinque comuni della Campania messi in quarantena dal governatore Vincenzo De Luca per i troppi contagi da Covid-19.

A dare la notizia del decesso è stato il vescovo della Diocesi di Ariano-Lacedonia, monsignor Sergio Melillo: "Con il cuore ferito, mesto e sanguinante per le sofferenze del momento avverto il bisogno di unirci tutti in preghiera per la morte del nostro amato sacerdote, don Antonio Di Stasio, che oggi è venuto a mancare a causa di questo terribile male. Lo affido nella preghiera alla Madonna di Fatima, da lui tanto amata nei lunghi anni di ministero tra la nostra gente nella città di Ariano. Con le parole della fede non chiediamo al Signore di fare la nostra volontà. Chiediamogli la grazia di essere umili e disponibili a compiere la sua", ha concluso il vescovo.

Il parroco, che aveva 85 anni, era ricoverato all'ospedale Moscati di Moscati dopo essere risultato positivo al Coronavirus. Ieri è venuto a mancare un altro parroco, quello di Caggiano. Alessandro Brignine, 45enne, si era infettato partecipando ad un incontro di neocatecumanali svoltosi a fine febbraio in una struttura alberghiera di Atena Lucana (Salerno).