Coronavirus, Movimento Turismo Vino: servono azioni straordinarie

(Segue)

Roma, 10 mar. (askanews) - Una lettera indirizzata al Governatore della Regione Toscana, Enrico Rossi, in cui le aziende vinicole del Movimento chiedono attività di sostegno, non solo economico, a causa dell'emergenza Coronavirus. L'enoturismo in Toscana è un settore che raccoglie ogni anno oltre un milione di turisti. Richiesta una campagna di comunicazione sulle attività turistiche regionali e interventi a sostegno.

"Caro Presidente Rossi, le scrivo riportandole la preoccupazione di tutte le aziende che fanno parte del Movimento e che, oltre a produrre vino di qualità, ospitano ogni anno migliaia di enoturisti, per lo più dal mondo. Una preoccupazione nata dagli attuali avvenimenti legati al Coronavirus che riguarda tutti noi, dapprima come cittadini, poi anche come imprenditori del settore con il rischio di cancellazioni (molte delle nostre aziende hanno attività di ricezione con alloggio) e calo drastico degli arrivi". Comincia così la lettera a firma del presidente del Movimento Turismo del Vino Toscana, Emanuela Tamburini, indirizzata al Governatore della Regione Toscana, Enrico Rossi, e per conoscenza a Marco Remaschi, assessore regionale all'Agricoltura, nella quale vengono richieste alcune attenzioni particolari al settore dell'enoturismo che il Movimento rappresenta, essendo tra l'altro nato proprio in Toscana oltre 25 anni fa.