Coronavirus: MSF nelle strutture per anziani delle Marche -3-

red/Mgi

Roma, 25 mar. (askanews) - Nel pieno dell'emergenza coronavirus, le strutture per anziani sono tra i luoghi più vulnerabili. Al loro interno risiedono persone in età avanzata, le più colpite dalla malattia, sono comunità dove molte persone vivono insieme a stretto contatto, e inevitabilmente non dispongono di apparati medici specializzati come quelli delle strutture ospedaliere.

Grande soddisfazione anche della D.ssa Nadia Storti, Direttore Generale dell'ASUR (Azienda Sanitaria Unica Regionale). "Questa collaborazione ci rende orgogliosi. L'ASUR, col decisivo supporto della Regione Marche, sta facendo un lavoro imponente. Ma nulla potrebbe senza i nostri dipendenti, quelli sanitari in prima linea e quelli assegnati ai servizi di supporto. Per questo enorme sacrificio e spirito di squadra, li voglio ringraziare uno ad uno. La collaborazione con MSF aiuterà a sostenere il nostro territorio nella lotta contro il Covid-19 all'interno delle strutture socio-sanitarie, in accordo con il Direttore di Distretto e con i Medici di Medicina Generale, che potranno trovare in MSF sostegno e consulenza. Questo modello di "presa in carico" è molto importante anche per ridurre l'afflusso presso gli ospedali, continuando a garantire assistenza ai dimessi".

(Segue)