Coronavirus, muore medico perugino

·1 minuto per la lettura
Covid, morto Stefano Brando. Era medico di famiglia
Covid, morto Stefano Brando. Era medico di famiglia

Covid, morto Stefano Brando, medico di famiglia perugino di 62 anni. Era un professionista stimato ed amato, uno degli specialisti più apprezzati, aveva contratto il virus operando in prima linea nell’assistenza ai suoi pazienti. Come lui, tanti altri medici hanno dovuto fare i conti con l’epidemia, perdendo la vita.

Stefano Brando, morto di Covid

L’Ordine dei Medici della provincia di Perugia porge le sue condoglianze ai cari legati a Stefano Brando: “Stimato professionista, attivo nel sindacato Fimmg e nella Simg, la società scientifica della medicina generale, operava nell’ambito della Aft di Madonna Alta e svolgeva la propria attività presso Perugia città”.

Dall’Ordine arriva la notizia che il Codacons ha contattato cinque medici perugini, nell’arco di 7 minuti. Di questi, tutti all’inizio dell’orario di ambulatorio, due non hanno risposto immediatamente: il motivo? I medici di famiglia sono stanchi di rischiare ogni giorno, spesso vengono insultati senza alcuna ragione. “Ebbene la risposta è quella di chi, come Stefano Brando, ogni giorno paga con la morte sul lavoro il proprio tributo di sangue per assistere i cittadini, spiega l’Ordine dei Medici di Perugia.

Covid, medici a rischio

“Dal mese di ottobre, la metà dei deceduti sono medici di famiglia”, prosegue l’Ordine, “In queste settimane, purtroppo, abbiamo letto articoli sui giornali o assistito in televisione a dibattiti sulla medicina del territorio ove, con superficialità e approssimazione e distorsioni della verità, si è infangata la categoria“. Sono oltre 200 i medici deceduti durante l’epidemia di Covid in Italia, larga parte dei quali appartiene alla categoria di quelli che si occupano di medicina generale.