Coronavirus, Musumeci firma ordinanza: comune siciliano torna in zona rossa

·2 minuto per la lettura
Sicilia
Sicilia

Il presidente della Sicilia, Nello Musumeci, ha firmato una nuova ordinanza con la quale ha riclassificato un comune della Regione in zona rossa a causa del progressivo incremento dei contagi causati dalla diffusione del coronavirus.

Covid, Sicilia: nuovo comune riclassificato in zona rossa

Il governatore della Sicilia, Nello Musumeci, ha diramato un nuovo provvedimento che riporta un comune della Regione in zona rossa, in seguito all’aumento dei casi di positività al SARS-CoV-2 recentemente emerso nel luogo.

Il comune siciliano che tornerà a inserirsi nella cosiddetta zona rossa è, nello specifico, il comune di Maletto, situato in provincia di Catania, nell’area meridionale dell’isola. L’ordinanza, quindi, dispone il cambiamento di colore del luogo a partire da sabato 22 maggio e la misura resterà in vigore fino alla giornata di giovedì 3 giugno.

Covid, Sicilia: nuovo comune in zona rossa, l’ordinanza

La modifica notificata dal presidente Musumeci si è resa necessaria in seguito alle segnalazioni pervenute dal sindaco diMaletto e alla relazione sanitaria fornita dal commissario per l’emergenza Covid attivo nella provincia di Catania.

Nel luogo, infatti, è apparsa sempre più evidente la diffusione del contagio e, pertanto, si è preferito procedere con la riclassificazione in zona rossa del comune.

La medesima ordinanza firmata da Nello Musumeci in relazione alla città di Maletto, poi, riguarda anche il comune di Santa Domenica Vittoria, in provincia di Messina. Attraverso l’emanazione del documento, infatti, è stato stabilito che Santa Domenica Vittoria verrà inserito nei comuni all’interno dei quali si terrà la cosiddetta “vaccinazione di massa”, in quanto possiede un numero di abitanti inferiore alle mille unità.

Covid, Sicilia: nuovo comune in zona rossa, riaperture

In Sicilia, inoltre, in considerazioni delle più recenti disposizioni applicate a livello nazionale in relazione agli spostamenti tra le Regioni collocate in zona gialla e al rilascio del green pass, si è deciso di anticipare alla giornata di domenica 23 maggio la cessazione della validità dell’ordinanza regionale n. 36 del 7 aprile 2021. Il provvedimento era stato sviluppato per esporre le misure di contenimento da applicare nel contesto di eventuali arrivi in Sicilia – tra le quali figuravano la registrazione su un apposito portale, l’esecuzione di tamponi, ecc. – ed era stato, in seguito, prorogato fino al 31 maggio 2021.

LEGGI ANCHE: Venezia zona rossa per il G20 dall’8 all’11 luglio, ma restrizioni a partire dal 20 giugno