Coronavirus, Musumeci: “Meglio se dal Nord non vengono in Sicilia”

Coronavirus, le parole di Musumeci

Durante una conferenza stampa, il presidente della Regione Sicilia Nello Musumeci punta il dito al Nord, mentre aumentano i casi di contagio da Coronavirus soprattutto in Lombardia. Tante persone che vivono e lavorano lì hanno i propri cari al Sud e il governatore teme la diffusione dell’epidemia: “Sarebbe meglio che i turisti del nord non venissero”

Coronavirus, Musumeci: “Basta turisti dal Nord”

Prima parla di turisti, poi si corregge con “Nord Europa”. Alla fine, sembra chiaro che Nello Musumeci non sia contento all’idea che persone provenienti dalle zone a rischio del Nord Italia si spostino in Sicilia.

L’affermazione avviene dopo aver comunicato un nuovo caso di sospetto contagio a Catania. Una donna recatasi a Milano per andare a trovare la figlia potrebbe essere affetta da Coronavirus, si attendono i risultati delle analisi dall’Ospedale Spallanzani di Roma. Per il momento la signora è stata dichiarata asintomatica e si trova in isolamento presso il suo domicilio.

Sicilia, più controlli e prudenza

“Il mio è un appello alla prudenza, nell’interesse di tutti”, ha detto Musumeci “In ogni caso, chi arriva da una zona colpita dall’epidemia deve informare le autorità sanitarie siciliane, come stabilito dal decreto del presidente del Consiglio dei Ministri”.

Per Nello Musumeci è assurdo che nessuno controlli l’arrivo di persone dal Nord in Sicilia. Eppure stiamo parlando di realtà, basti vedere i numeri registrati fra i voli da Milano Malpensa a Palermo: sold out in pochi minuti, anche se i biglietti costano sempre di più.

In Sicilia arriva la Sea Watch

Nel frattempo, la nave carica di migranti Sea Watch 3 è arrivata a Messina. Secondo il governatore della Sicilia, l’hotspot scelto non è compatibile con la quarantena e per sistemarlo occorrono almeno 2-3 milioni di euro: “Il Governo avrebbe dovuto indicare un territorio lontano dall’emergenza sanitaria”, ha dichiarato.