Coronavirus, Napoli (Fi): sanifichiamo tutto e Italia potrà ripartire

Pol/Bac

Roma, 6 mar. (askanews) - "Ci informano le cronache che la Cina è pronta a ripartire. Molte fabbriche sono state riaperte e molte attività commerciali e del terzo settore hanno ripreso a correre. Tutto questo accade dopo neanche 50 giorni dall'esplosione del coronavirus. È ancora un "miracolo cinese"? No, io penso che dopo le esitazioni e le reticenze iniziali, Xi Jingping abbia fatto la scelta giusta: zone rosse con misure draconiane per chiunque provava a forzarle, ospedali costruiti in 10 giorni (non facciamolo sapere a Di Maio) e la sanificazione di ogni cosa, dalle strade ai cassonetti, dagli uffici alle case ai negozi. Xi Jinping ha capito che i danni maggiori all'economia e alla società cinese venivano dal tempo che la diffusione del coronavirus rubava per essere debellato". Lo dichiara in una nota Osvaldo Napoli, del direttivo di Forza Italia alla Camera.

"Per questo io credo necessario anche per l'Italia - aggiunge - impiegare ogni risorsa disponibile per debellare il coronavirus. Giusti gli aiuti a imprese e famiglie, a tutte le categorie e sotto-categorie produttive, però se lasciamo il coronavirus in circolazione non c'è aiuto possibile per far ripartire l'Italia. Ogni euro speso nella sanità aumentando i posti di terapia intensiva, ogni euro speso per sanificare tutto ciò che è sanificabile, significa almeno 100 o 1000 euro guadagnati da imprese, famiglie e Stato. Il coronavirus è costoso in termini di vite umane ma è ancora più costoso per il tempo che ruba a ciascuno di noi", conclude.