Coronavirus, a Napoli le misure del governo dividono

Coronavirus, a Napoli le misure del governo dividono

Napoli, 5 mar. (askanews) – Dopo il nord, la chiusura delle scuole si è estesa in tutta Italia. A Napoli le nuove misure per limitare il coronavirus dividono. Per alcuni sono sacrosante, per altri tardive e per altri ancora non servono a niente.

“Speriamo le università riaprano al più presto”, ha detto una studentessa universitaria. “Penso sia una misura utile per garantire la sicurezza. Tutelare i bambini è la prima forma di rispetto della società”, ha aggiunto un uomo. “Penso che questa decisione dovesse essere presa in precedenza. Mi sembra un po’ una toppa”, ha spiegato un altro. “Uno scenario apocalittico per una semplice epidemia”, ha commentato un altro ancora.

Nello specifico anche la misura del mantenere un “metro di distanza” lascia molta perplessità. “La trovo una cosa ridicola, non si riesce a rispettare questa distanza!”, ha detto una donna fuori da un ufficio postale.