Coronavirus Napoli, "stato abbandono Cardarelli impressiona anche più cinici"

webinfo@adnkronos.com
·1 minuto per la lettura

Le immagini di un cellulare riprendono il pronto soccorso dell'ospedale Cardarelli di Napoli nel momento in cui viene trovato un uomo morto in uno dei bagni. "Uno stato di abbandono che impressiona anche i più cinici", denuncia don Maurizio Patriciello, parroco di Caivano sul sito di Famiglia Cristiana.

“Abbiamo paura. Ci sentiamo abbandonati a noi stessi - denuncia il sacerdote-. Smarriti tra le tante – troppe – voci contrastanti di politici e scienziati. Non parteggiamo per nessuno, non andiamo alla ricerca del consenso, non facciamo campagna elettorale; siamo attenti a eseguire gli ordini che ci vengono impartiti. Ma abbiamo paura. Ci viene detto di non intasare gli ospedali, di rimanere a casa quando i primi sintomi del contagio si fossero manifestati. Abbiamo obbedito, ci siamo ammalati, abbiamo telefonato per il tampone, ma sono passati ore, giorni, prima di avere risposta”.

“Una scena orripilante viene ripresa da qualcuno con un telefonino. Nel bagno del Pronto Soccorso del Cardarelli, - ricorda don Patriciello - importante ospedale di Napoli, un uomo giace morto, nel bagno; mentre altri pazienti, abbandonati a se stessi, versano in condizioni pietose. Uno stato di abbandono che impressiona anche i più cinici. L’opinione pubblica, orripilata dalla crudeltà del filmato si chiede se era giusto o meno pubblicare il video. No, non lo era, per rispetto alla persona deceduta e dei suoi cari. Intanto quel video ha smascherato le tante menzogne che vengono dette e ripetute sulla Sanità in Campania. Abbiamo paura. Chiediamo aiuto. Ci vengano, per favore, risparmiate i soliti, penosi, scaricabarile tra le varie istituzioni”.