Coronavirus, a Napoli taxi gratis per medici e infermieri del Cotugno

coronavirus Napoli

Coronavirus, Napoli si dimostra solidale: dopo Milano e Roma arriva anche al sud l’iniziativa dei taxi gratis per i medici ed infermieri. Nel Decreto Cura Italia nuove misure anche per i veicoli di trasporto viaggiatori.

Coronavirus, a Napoli taxi gratis

Anche Napoli partecipa all’iniziativa di solidarietà: viaggi in taxi gratis per i medici ed infermieri che si spostano nel capoluogo partenopeo per raggiungere il Cotugno. L’iniziativa, promossa da radiotaxi Consortaxi 222, è stata lanciata anche a Roma e Milano per aiutare gli operatori sanitari, e anche le persone anziane, durante le ore di lavoro. Tutti sono impegnati senza sosta nei reparti, giorno e notte tra tamponi e pazienti ricoverati, con il rischio perenne di contagio. La stessa proposta anche per il Loreto Mare quando verrà attivato contro l’emergenza covid-19.

Vogliamo dare una mano ai nostri medici eroi – spiegano da Consortaxi Napoli – che stanno mettendo a rischio anche la propria salute per curare i pazienti affetti da Covid-19. Tutto andrà bene. Durante il periodo dell’emergenza sanitaria, la cooperativa taxi si farà carico, a proprie spese, di condurre gratuitamente gli operatori sanitari che lo vorranno, che tornano dopo una dura giornata di lavoro dall’Ospedale Cotugno di Napoli, tramite i propri tassisti consorziati, senza nessun onere a carico di questi ultimi. Inoltre, proprio per venire incontro ai tassisti soci abbiamo deciso per il mese di marzo di annullare il pagamento del canone della radiotaxi. Un piccolo segnale di vicinanza, in un momento di grave difficoltà del settore“.

I protocolli dei taxi

Le vetture utilizzate per il trasporto taxi sono state sanificate, come predisposto dall’ordinanza comunale. Ogni giorno i mezzi sono soggetti a continui cambi d’aria e disinfezioni. Il passeggero può riconoscere le vetture sanificate tramite un bollino verde adesivo sulla porta del passeggero. All’interno, inoltre, saranno esposte le certificazioni di avvenuta sanificazione.

Nel Decreto Cura Italia varato dal Governo sono previste ulteriori misure di sicurezza per i taxi. Verranno stanziati 2 milioni di euro per installare dei divisori all’interno delle auto, ricevendo un contributo fino al 50%. In tutta Italia i nuovi dispositivi verranno diffusi nei prossimi mesi.