Coronavirus, nasce Welfarebenecomune piattaforma servizi a km 0

Bnz

Padova, 8 giu. (askanews) - E' partita la piattaforma welfare del territorio di Padova dal sapore cooperativo welfarebenecomune.it. A metterci la firma e a promuoverla sono i Comuni di Piazzola Sul Brenta, Campodoro, Campo San Martino, Limena e Villafranca Padovana, con la co-progettazione di Confcooperative Veneto, Confcooperative Padova, Consorzio Veneto Insieme, Consorzio CGM, Cooperativa Sociale Jonathan, Centro Servizi Welfare.

Queste realt hanno messo a servizio della comunit l'esperienza maturata in ambito di welfare aziendale e territoriale e la volont di declinare la propria funzione nei confronti delle comunit attraverso l'adozione di nuovi strumenti e modalit di intervento.Un'azione sinergica e cooperativa nata pre covid e che neppur il virus ha fermato,tanto che welfarebenecomune viene presentato proprio nella fase 3.

Il mondo cooperativo anche durante il periodo dell'emergenza e proprio sulla base di questo stato infatti in grado di riorganizzarsi e offrire risposte ai nuovi bisogni di welfare emergenti durante la crisi Covid 19.

Protagonista un welfare aziendale che esplora la possibilit di realizzazione a "km zero", tramite l'ingaggio delle realt del territorio che, sfruttando una profonda conoscenza dei bisogni specifici, promuova un ritorno dei benefici stessi a cascata sull'intera comunit.

"Il progetto Welfare Bene Comune - spiega Tiziana Boggian, Presidente del settore Federsolidariet di Confcooperative Padova - un'esperienza unica di welfare integrato fra pubblico, privato sociale e aziende, sinergia questa che produce valore per tutto il territorio poich l'integrazione tra i servizi locali lo snodo cruciale dello sviluppo di sistemi di welfare sostenibile.