Coronavirus, Nba: i Warriors annunciano partite a porte chiuse

A24/Pca

New York, 11 mar. (askanews) - I Golden State Warriors sono la prima squadra Nba ad annunciare che giocherà a porte chiuse. Oggi, la città di San Francisco, dove giocano i Warriors, ha annunciato il divieto, per due settimane, di tutti gli eventi con mille persone o più.

Nei giorni scorsi, la lega di basket statunitense ha mandato una nota alle franchigie, ipotizzando questo provvedimento, di cui discuterà con i manager delle squadre nelle prossime ore. Una delle maggiori stelle del basket americano, Lebron James, dei Los Angeles Lakers, ha detto di non avere intenzione di giocare senza pubblico.