Coronavirus nei visoni danesi: progressi nel vaccino

·2 minuto per la lettura
visoni Danimarca
visoni Danimarca

Danimarca: un vaccino in fase di sviluppo contro il ceppo di Covid mutato da visoni si è rivelato efficace nei primi test sugli animali. Ad annunciarlo lo scienziato Anders Fomsgaard.

L’abbattimento di milioni di visoni in Danimarca

Settimana scorsa le autorità danesi hanno intrapreso un piano per abbattere da 15 a 17 milioni di visoni, una delle popolazioni più grandi del mondo. La drastica decisione nasce dalla preoccupazione che il ceppo scoperto recentemente negli allevamenti di visoni e nell’uomo potesse sfuggire ai futuri vaccini anti-Covid.

Il ceppo virale mutato è noto come Cluster 5: dai primi studi emerge che il virus ha una ridotta sensibilità agli anticorpi, e potrebbe compromettere, appunto, l’efficacia dei futuri vaccini.

Un potenziale vaccino

Un potenziale vaccino in fase di sviluppo in Danimarca si è dimostrato efficace nei primi studi sugli animali contro il nuovo ceppo. A dare la notizia è stato uno scienziato che lavora al farmaco, Anders Fomsgaard.

Gli anticorpi dei conigli trattati con un vaccino candidato allo stadio iniziale del State Serum Institute (SSI) danese hanno sconfitto con successo la variante del Cluster 5. Anders Fomsgaard, scienziato di spicco della SSI, ha parlato all’emittente danese DR e spiegato quanto emerso: “Non abbiamo potuto resistere a testare gli anticorpi di conigli che abbiamo contro il Cluster 5 e funziona”.

Il vaccino, che per ora è nelle prime fasi di sviluppo, presto passerà a studi sull’uomo, anche se, “se questo vale anche per altri vaccini e se si applica agli anticorpi umani, non lo sappiamo”, sottolinea lo scienziato.

Il Centro europeo per la prevenzione e il controllo delle malattie si è espresso in proposito del rischio: dichiara che vi è “un’elevata incertezza” sulla potenziale minaccia rappresentata dalla diffusione del virus nei visoni, dalle sue mutazioni e dalla sua conseguente diffusione nelle persone.