Coronavirus, nel Lazio multe per chi arriva dal Nord senza avvisare le ASL

Multe nel Lazio: Coronavirus al Nord

La Regione Lazio si tutela sotto diversi fronti. Chi proviene dal Nord Italia deve comunicarlo in anticipo alle ASL di competenza, pena il pagamento di multe importanti. Questa è solo una delle direttive regionali per evitare il contagio da Coronavirus anche al Centro.

Coronavirus, multe nel Lazio

Muoversi dai comuni lombardi della “zona rossa” è impossibile, ma qualora ciò dovesse accadere e la destinazione fosse il Lazio, l’unico modo per evitare multe è comunicarlo immediatamente alle ASL.

“Chi non rispetta l’ordinanza e le disposizioni nazionali, rischia sanzioni“, ha dichiarato Alessio D’Amato, Assessore alla Sanità.

Prevenzione e comunicazione

Nella giornata del 25 febbraio 2020 verrà pubblicata l’ordinanza della Regione che spiegherà quali misure di prevenzione verranno adottate, oltre a quelle già diffuse dal Governo. Concorsi pubblici annullati, niente gite scolastiche, bonifiche sui mezzi pubblici e dotazione di mascherine, guanti per chi lavora a contatto con le persone, sono solo alcune delle regole che verranno introdotte.

Tutti i sindaci del Lazio, inoltre, faranno parte di una rete di comunicazione diretta per lo scambio d’informazioni. L’obiettivo è quello di bloccare la diffusione del Coronavirus sul territorio.

Più vigilanza nel Lazio

Per rafforzare la prevenzione, il 24 febbraio 2020 in Prefettura si è svolto un incontro con Campidoglio e Regione: “Aumentare la vigilanza ma anche il buonsenso, ridurre tensione e polemiche”, ha dichiarato Nicola Zingaretti, presidente regionale.

Al momento non sono infatti noti ulteriori casi di contagio, all’Istituto Spallanzani i tamponi effettuati sono risultati negativi anche sulla coppia di ragazzi provenienti da Nettuno, provincia di Roma.