Coronavirus, nel Trentino nessun contagio

Cro-Mpd

Trento, 27 feb. (askanews) - Alle 14.30 di oggi non risultavano persone, trentine o non trentine, contagiate dal virus Covid-19 in provincia di Trento. Se la situazione non dovesse cambiare, l'orientamento della Giunta provinciale è di confermare quanto già contenuto nell'ordinanza di lunedì 24, ovvero di procedere con la riapertura di scuole, asili e università, a partire da lunedì 2 marzo prossimo. Questo quanto emerso nel corso dell'incontro di oggi pomeriggio fra il presidente della Provincia autonoma di Trento, con l'assessore alle politiche sociali e alla salute e i dirigenti generali Raffaele De Col e Giancarlo Ruscitti, i vertici dell'Azienda sanitaria, con il direttore generale Paolo Bordon e il direttore del Dipartimento di Prevenzione Antonio Ferro, e i rappresentanti delle Comunità di Valle.

Sul fronte della prevenzione la guardia rimane alta, soprattutto per tutelare le fasce di popolazione più esposte alle conseguenze di un contagio da Coronavirus, in particolare i più anziani. La collaborazione fra tutte le autorità ed i soggetti preposti alla gestione dell'emergenza rimane quindi di fondamentale importanza. Uno degli obiettivi principali, è stato sottolineato nel corso dell'incontro, è quello di "spingere" al massimo i comportamenti virtuosi, che garantiscono al tempo stesso la protezione personale e quella altrui. Fra questi il lavaggio delle mani, la protezione da starnuti e colpi di tosse, l'uso di fazzoletti di carta. Si raccomanda inoltre di continuare ad evitare il luoghi sovraffollati e di rimandare le attività che prevedano un forte avvicinamento o contatto con altre persone.

(Segue)