Coronavirus, nessun morto per coronavirus dopo mesi

·2 minuto per la lettura
Lombardia zero morti Covid
Lombardia zero morti Covid

È stata la regione più colpita dall’emergenza coronavirus durante la prima ondata della pandemia, nella primavera 2020. Dopo la migliore situazione della scorsa estate, la Lombardia è ripiombata nell’incubo a ottobre dello stesso anno. Poi la terza ondata nei primi mesi del 2021. Dopo otto mesi il quadro epidemiologico sembra sotto controllo. L’arrivo della bella stagione sta offrendo un clima di rinnovata speranza e permette di riassaporare un po’ di normalità. Così, per la prima volta da ottobre, in Lombardia si registrano zero morti per Covid: lo comunica il vice presidente e assessore al Welfare della regione, Letizia Moratti.

Lombardia, zero morti per Covid: non succedeva dal 6 ottobre 2020

Venerdì 2 luglio 2021 si registrano zero morti in Lombardia. Ad aver annunciato la bella notizia è Letizia Moratti, la quale sul suo profilo Twitter ha scritto: “Oggi zero decessi per Covid in Lombardia, non succedeva dal 6 ottobre. Allora l’autunno e le varianti ci fecero ripiombare nell’incubo. Adesso possiamo guardare al futuro con più speranza. Poi ha tenuto a sottolineare che resta “l’importanza di conservare comportamenti prudenti e aderire alla campagna vaccinale.

La campagna vaccinale sta contribuendo ad attenuare lo scenario pandemico in Lombardia. La regione ha raggiunto e mantenuto l’obiettivo delle 100mila somministrazioni, accelerando nella lotta contro il coronavirus. Da diversi giorni, fortunatamente, il numero di vittime per Covid-19 era calato nella regione, fino a raggiungere lo zero nelle ultime 24 ore.

Lombardia, zero morti per Covid: l’importanza del vaccino

In Lombardia la campagna vaccinale procede a ritmo spedito: un lombardo su tre è immunizzato dal virus, avendo fatto le due dosi di vaccino. Oltre nove milioni le dosi somministrate nella regione. Sui nove milioni di cittadini vaccinabili (sopra i 12 anni), il 34% ha fatto prima dose e richiamo. Ad aver ricevuto solo la prima dose del vaccino anti-Covid è il 68% dei cittadini lombardi.

Inoltre, tre lombardi su quattro (pari al 75%) hanno già prenotato l’appuntamento per ricevere il vaccino. Nelle prime tre settimane di luglio si contano più di 1,8 milioni di appuntamenti fissati. Si procederà al ritmo di oltre centomila iniezioni al giorno fino a fine mese, per un totale di tre milioni di dosi. Le agende sono piene fino al 20 luglio. Ci sono in media 105mila dosi al giorno, ma non mancano picchi ben superiori. 115mila persone, infatti, sono attese negli hub l’8 e 9 luglio.

Lombardia, zero morti per Covid ma preoccupano le varianti

Dopo aver individuato i primi focolai di variante Delta anche in Lombardia, cresce la preoccupazione per la possibile diffusione della nuova mutazione del virus. Si tratta della ex variante indiana, che si trasmette con più facilità e più rapidamente.

Quella maggiormente diffusa resta la variante inglese (64%). Salgono i positivi contagiati dalla variante indiana, che si differenzia in Delta (3,2% di tutti i contagiati) e Kappa (0,8%). Al momento, i contagi derivanti dalla variante brasiliana, nota come Gamma, e quelli della sudafricana appaiono stabili (rispettivamente 1% e 2% del totale). Da tenere sotto controllo, invece, la Delta Plus.

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli