Coronavirus, Novelli (Fi): percettori reddito cittadinanza facciano consegne ad anziani

Luc

Roma, 14 mar. (askanews) - "Molti comuni stanno cercando volontari per aiutare anziani e disabili attraverso la consegna a domicilio della spesa e dei farmaci. In Italia oltre due milioni di persone beneficiano del reddito di cittadinanza. Questa difficile fase rappresenta l'occasione per impegnare queste persone in servizi alla collettività. ANCI predisponga d'urgenza un PUC - Progetto utile alla collettività - valido per tutti i comuni, che preveda quale attività la consegna a domicilio della spesa e degli altri beni di prima necessità da parte dei beneficiari del reddito di cittadinanza". A proporlo il deputato di Forza Italia Roberto Novelli.

"I dati relativi alla diffusione del Covid-19 ci dicono che sono proprio gli anziani i soggetti più a rischio, sia per il contagio che per le conseguenze. E' necessario far sì che non debbano uscire di casa, consegnando a domicilio i beni di prima necessità. In molte realtà associazioni di volontariato si stanno mobilitando, ma parte consistente dei volontari fanno parte proprio della popolazione che dovrebbe adottare maggiori cautele. Per questa ragione è opportuno cogliere l'occasione offerta dalle normative sul reddito di cittadinanza: lo scorso 8 gennaio il ministero del lavoro ha varato un decreto che attua la parte della legge sul reddito di cittadinanza che obbliga i percettori a prestare 8 ore la settimana ai comuni per varie attività, tra cui quelle di tipo sociale. I comuni devono attivare degli specifici PUC per poi coinvolgere i residenti beneficiari. Lo si faccia subito, se non ora quando?", conclude Novelli.