Coronavirus, nuova conferenza stampa del premier Giuseppe Conte

conferenza-conte

In una conferenza stampa indetta nella serata del 24 marzo il presidente del Consiglio Giuseppe Conte ha diramato nuove limitazioni per far fronte all’emergenza coronavirus. Nel corso del suo intervento alla Nazione, il premier ha dichiarato: “Si è appena concluso un consiglio dei ministri dove abbiamo deliberato l’adozione del decreto legge che riordina la disciplina dei provvedimenti che stiamo adottando in questa fase. Conte ha poi specificato le nuove sanzioni per chi viola le ordinanze del governo: “Le sanzioni per chi non rispetta il provvedimento del governo vanno da 400 a 3000 euro […] nel caso in cui la violazione sia stata compiuta utilizzando un autoveicolo la sanzione viene aumentata di un terzo.

Coronavirus, la conferenza stampa di Conte

Nella conferenza stampa, il premier ha inoltre smentito un’eventuale proroga delle limitazioni fino al 31 luglio, derubricandola come notizia non vera: “La data del 31 luglio è la data astratta del periodo d’emergenza ma era stata concordata dallo scorso 31 gennaio. Non è la data della proroga delle limitazioni”.

Per quanto riguarda invece le parole del capo dipartimento della Protezione Civile Angelo Borrelli, che parlava di un rapporto tra contagiati emersi e sommersi di 1 a 10, Conte dichiara: “È impossibile avere il numero esatto dei contagiati ma su queste domande il dibattito nella comunità scientifica è aperto. Il presidente del Consiglio non è un virologo o un epidemiologo. […] Per questi profili noi abbiamo sempre seguito le indicazioni del comitato tecnico scientifico. Nel momento in cui ci hanno fornito un modus procedendi noi non lo abbiamo mai disatteso”.