Coronavirus, nuova scoperta sui bambini: cosa cambia

Primo Piano
·1 minuto per la lettura
Coronavirus, nuova scoperta sui bambini: cosa cambia (Getty Images)
Coronavirus, nuova scoperta sui bambini: cosa cambia (Getty Images)

Solo il 4% dei bambini potrebbe essere infettato dal coronavirus e il tasso di mortalità, tra loro, si aggirerebbe intorno allo 0,15%. È quanto emerso da uno studio pubblicato sul Journal of American Medical Association Pediatrics e condotto dagli esperti del Children's Hospital di Philadelphia.

Hanieh Razzaghi, del Children's Hospital di Philadelphia, ha dichiatrato: “Il motivo per cui i bambini sembrano meno suscettibili all'infezione è ancora sconosciuto ma potrebbe essere legato al modo in cui il loro sistema immunitario reagisce dopo l'infezione”.

GUARDA ANCHE - Cosa significa ‘contatto stretto’?

Per l’esperimento sono stati analizzati i test di oltre 135mila bambini ricoverati in sette ospedali statunitensi fino all'8 settembre 2020. Stando ai risultati dell'indagine, solo 5.374 pazienti, corrispondenti al 4%, sono risultati positivi, 359 sono stati ospedalizzati, 99 dei quali in terapia intensiva.

L’autore dello studio ha commentato: “Otto pazienti sono deceduti, sei dei quali presentavano complesse comorbidità preesistenti. L'età media dei casi analizzati era di circa nove anni”.

Problemi cardiaci – ha aggiunto l'esperto – erano associati al 18 per cento di possibilità di risultare positivi. Condizioni di cattiva salute mentale erano invece legate ad un aumento del 20 per cento. Asma e problematiche respiratorie non sembravano invece influire sull'esito dei test”.

GUARDA ANCHE - È utile lavare le strade?