Coronavirus in Nuova Zelanda, aumento i contagi: imposto prolungamento del lockdown

·1 minuto per la lettura
Lockdown in Nuova Zelanda
Lockdown in Nuova Zelanda

Il periodo di Covid-19 ha imposto in Nuova Zelanda il prolungamento del lockdown fino al 31 agosto 2021. La decisione è giunta in seguito all’aumento dei casi derivati dalla variante Delta. Si tratta di un provvedimento che punta a ridurre l’avanzata dei contagi.

Lockdown in Nuova Zelanda, la situazione

L’epicentro della diffusione dei contagi è stato scoperto ad Auckland, da qui la decisione di anticipare le mosse per prevenire eventuali impennata di casi. La notizia è stata riportata dall’agenzia stampa Ansa. Il focolaio in Nuova Zelanda evidenzia 347 casi di cui 70 nelle ultime 24 ore.

Lockdown in Nuova Zelanda, aumento dei casi

Dopo mesi di assenza del Covid-19 in Nuova Zelanda è arrivato invece il momento di prendere in mano la situazione e porre rimedio con delle misure stringenti. Nel frattempo il presidente Jacinda Ardern ha spiegato che il lockdown rimarrà in vigore, nello specifico ad Auckland e nella regione del Northland, per almeno altre due settimane.

Lockdown in Nuova Zelanda, altri provvedimenti

La Ardern ha spiegato inoltre che “potremmo assistere all’inizio di un plateau nei casi. Il compito del governo è continuare il duro lavoro per appiattire la curva dei contagi“.

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli