Coronavirus: negativi i test sul nuovo caso sospetto alla Cecchignola

coronavirus caso sospetto Cecchignola

Dopo la conferma della positività di uno dei 56 italiani rimpatriati da Wuhan e in quarantena alla Cecchignola, si temeva che nella Città Militare ci fosse un nuovo caso sospetto di coronavirus. L’Istituto Spallanzani, che ha effettuato su un campione biologico le opportune verifiche, ha comunicato che la paziente è risultata negativa ai test.

Negativo il caso sospetto di coronavirus alla Cecchignola

Si trattava di una donna che, dopo aver manifestato una congiuntivite, era stata condotta alla struttura romana per accertamenti. La paziente in questione era già risultata negativa al virus n-CoV ma è stata comunque sottoposta a verifiche a scopo precauzionale. A rendere pubblica la notizia era stato il direttore sanitario dell’Istituto per le malattie infettive della capitale, Francesco Vaia. Costui aveva dichiarato di aver ricevuto una comunicazione dal Ministero della Salute circa il trasferimento dalla Cecchignola all’ospedale della suddetta donna. Si è trattato comunque di soli accertamenti per verificare che la congiuntivite contratta non fosse collegata al virus, cosa che effettivamente ha trovato conferma.

Non sono ancora note le generalità della paziente né era noto se avesse avuto particolari contatti con l’altro italiano risultato invece positivo alle analisi. Quest’ultimo si trova ricoverato allo Spallanzani in buone condizioni stando a quanto riferiscono i medici. Il ragazzo ha una lieve febbre e iperemia congiuntivale in fase di risoluzione. Gli operatori sanitari hanno assicurato che è sereno e in stretto contatto con la famiglia. Nell’ospedale romano sono poi ancora ricoverati i due cinesi, primi casi sul suolo italiano, che restano in condizioni stabili.