Coronavirus, Nursing Up: in Piemonte mancano protezioni per operatori

Mpd

Roma, 9 mar. (askanews) - Grande carenza di dispositivi di protezione per gli operatori: urge il rifornimento immediato. Mancano camici, mascherine e termometri. Il Nursing Up, sindacato degli Infermieri Italiani e delle professioni sanitarie denuncia "una situazione divenuta intollerabile che in queste ore si sta ripetendo in tutte le Aziende sanitarie del Piemonte". "Abbiamo colleghi che non avendo più i camici sterili utilizzano i sacchi di plastica normalmente adibiti alla raccolta rifiuti come indumenti di protezione. In altre situazioni abbiamo colleghi che sono andati a comperare di tasca loro i termometri perché erano terminati. Scarseggiano anche le mascherine di protezione. E, nonostante questa situazione, dagli uffici di approvvigionamento continuano a dirci che il materiale "sarebbe in arrivo" ma all'atto pratico da giorni non arriva nulla.

"Dobbiamo essere molto chiari - aggiungono -. In tutto il Piemonte, se non si interverrà, non ci sarà più materiale sufficiente per affrontare la situazione e proteggere in modo adeguato gli operatori. Abbiamo bisogno di risposte immediate. Se entro la giornata di oggi non arriverà un nuovo approvvigionamento di materiale, saremo costretti a rivolgerci ai nostri uffici legali per valutare quali azioni si possano intraprendere per tutelare i lavoratori".

Spiega Claudio Delli Carri, segretario regionale del Piemonte e Valle d'Aosta del Nursing Up: "Queste dotazioni dovevano esserci già prima. Non è pensabile che si sia giunti a questo. Gli operatori, gli infermieri e i professionisti della sanità devono poter operare con gli strumenti necessari per fronteggiare una situazione già di per sé complicatissima, che necessita di grande concentrazione e strumenti adeguati. Se non proteggiamo gli operatori, infatti, chi curerà i pazienti? Se si ammalano gli operatori chi fronteggerà in prima linea l'avanzata dei contagi? Ripeto si tratta di una situazione di estrema necessità che non può essere tollerata oltre".

(Segue)