Coronavirus, ok da parte del governo all'utilizzo del test salivare

·1 minuto per la lettura
covid test salivare
covid test salivare

Come indicato da una recente circolare del ministero della Salute ora anche il semplice test salivare potrà essere utilizzato per rilevare un’infezione da Covid nel caso non sia disponibile il più efficace tampone oro-nasofaringeo. Secondo la circolare del ministero, il test salivare sarà utilizzato preferibilmente per effettuare screening ripetuti per motivi professionali o di altro tipo, come quelli sugli anziani, sui disabili e sui bambini all’interno dell’ambito scolastico.

Covid, ok del ministero al test salivare per rilevare l’infezione

Il ministero ci tiene tuttavia a precisare che al momento il tampone oro-nasofaringeo rimano il metodo più efficace per rilevare un’eventuale contagio da coronavirus: “La metodica di real-time RT-PCR (Reverse Transcription-Polymerase Chain Reaction), che è quella più diffusa fra i test molecolari, permette, attraverso l’amplificazione dei geni virali maggiormente espressi, di rilevare la presenza del genoma virale oltre che in soggetti sintomatici, anche in presenza di bassa carica virale, spesso pre-sintomatici o asintomatici.

Covid, ok al test salivare: le linee guida

Nella circolare vengono poi menzionate le principali linee guida da tenere in caso di esecuzione del test antigenico, che dovrà essere eseguito preferibilmente entro cinque giorni dalla comparsa dei sintomi del Covid. Viene specificato come il test salivare possa essere tenuto in considerazione nei casi di individui asintomatici che per ragioni professionali o sanitarie vengono sottoposti a screening ripetuti. Un aspetto questo che vale anche per i bambini anche al fine del monitoraggio della presenza del virus tra la popolazion scolastica.

Ai fini della sorveglianza nazionale sul Covid-19 inoltre, i test molecolari su campione salivare dovranno essere segnalati nel sistema di sorveglianza. Gli esiti dei test salivari pertanto, dovranno essere inseriti all’interno del sistema informativo regionale di riferimento.

Covid, ok al test salivare: alternativa all’antigenico

Il ministero ha inoltre specificato come una valida alternatica al test molecolare e all’oro-nasofaringeo possa essere anche il test antigenico: “In caso di mancata e pronta disponibilità di test molecolari, o in condizioni d’urgenza determinate dalla necessità di prendere decisioni di sanità pubblica in tempi rapidi, si può ricorrere ai test antigenici sempre su campione nasofaringeo e orofaringeo, quali i test antigenici da eseguire in laboratorio, oppure ai test antigenici rapidi con lettura in fluorescenza o basati su microfluidica con lettura in fluorescenza, che rispondano alle caratteristiche di sensibilità e specificità minime”.

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli