Coronavirus, Oms: diffusione epidemia non sta accelerando -2-

Bea

Roma, 13 feb. (askanews) - Ieri c'è stato anche un forte aumento dei casi, con 14.840 diagnosi, ma ciò è dovuto a una nuova definizione ampliataa di diagnosi adottata a hubei, ha spiegato Mike Ryan, capo del programma dell'Organizzazione mondiale della sanità per le emergenze. "Ciò non rappresenta una variazione significativa della traiettoria dell'epidemia" ha detto Ryan. Fuori dalla Cina ci sono stati due morti e 447 casi in 24 Paesi, ha aggiunto. Oggi il Giappone ha annunciato la sua prima vittima, un'ottantenne che viveva a Kanagawa, a sudovest di Tokyo.