Coronavirus, Oms: Paesi ricchi non condividono informazioni

Ihr

Roma, 4 feb. (askanews) - Il direttore dell'Oms ha accusato oggi alcuni Paesi ricchi di essere "molto in ritardo" nel condividere informazioni sui casi del nuovo coronavirus, chiedendo una maggiore solidarietà internazionale per combattere l'epidemia di polmonite virale.

"Dei 176 casi segnalati finora al di fuori della Cina, l'Oms ha ricevuto moduli completi di segnalazione dei casi solo per il 38% dei casi. Alcuni Paesi ad alto reddito sono molto indietro nel condividere questi dati vitali con l'Oms. Non credo sia dovuto alla mancanza di capacità", ha affermato Tedros Adhanom Ghebreyesus, davanti al Consiglio esecutivo dell'organizzazione, citato dall'Afp