Coronavirus, Oms: più contagi nel mondo che in Cina, punto decisivo

Mgi

Roma, 27 feb. (askanews) - L'epidemia di coronavirus "è giunta a un punto decisivo": lo ha dichiarato il direttore generale dell'Organizzazione Mondiale della Sanità, Tedros Adhanom Ghebreyesus, ricordando come nelle ultime 48 ore "il numero di casi di Covid-19 nel mondo ha superato quello dei nuovi casi in Cina".

L'ultimo bilancio ufficiale delle autorità cinesi è di 78.630 casi con 2.247 decessi; fuori dalla Cina vi sono 3.474 casi in 44 Paesi, con 54 decessi. Nelle ultime 24 ore inoltre sette Paesi hanno confermato i rispettivi primi casi: Brasile, Georgia, Grecia, Macedonia, Norvegia, Pakistan e Romania: "Il mio messaggio a ciascuno di questi Paesi è: questa è la vostra finestra di opportunità, se agirete adesso in modo aggressivo potrete contenere il coronavirus e salvare delle vite", ha concluso Tedros.