Coronavirus, Ordine Psicologi Veneto: no a improvvisazione

Bnz

Padova, 23 mar. (askanews) - "Sono molti i Comuni e gli Enti che negli ultimi giorni hanno attivato dei "numeri" per il supporto psicologico per persone sole o che vivono uno stato di ansia dovuto all'attuale emergenza sanitaria; si tratta si un'iniziativa lodevole a patto che la gestione di queste telefonate venga affidata a professionisti qualificati ed in grado di attenersi alle linee guida predisposte per situazioni complesse come questa: è importante non improvvisare". Lo sottolinea Luca Pezzullo, presidente dell'Ordine delle Psicologhe e degli Psicologi del Veneto, che insieme al Consiglio dell'Ordine sta mettendo a punto alcune raccomandazioni cui i professionisti dovrebbero attenersi per prestare un efficace supporto, e che sono già state condivise pubblicamente: "La Regione Veneto ha già avviato un Numero Verde in modo efficiente, così come l'Università di Padova - aggiunge - l'appello è che tutti gli Enti pubblici e privati affidino il servizio a personale competente".

Tra chi chiama i numeri di supporto ci sono spesso persone che seguono in casa famigliari affetti da malattie degenerative; in questo caso è bene valutare, per esempio, se il malato è in grado di comprendere l'attuale emergenza. Potrebbe essere utile adattare o limitare il racconto di ciò che sta accadendo perché alcune informazioni genererebbero spavento e agitazione.

(Segue)