Coronavirus: in ospedali lombardi usati 8 mln di mascherine e 2 mln camici

Coronavirus: in ospedali lombardi usati 8 mln di mascherine e 2 mln camici

Milano, 17 mar. (Adnkronos) – Sei milioni di mascherine chirurgiche pari a un peso complessivo, per rendere l'idea, di 18 tonnellate. Quasi due milioni di camici già utilizzati, oltre 180mila tute per medici e infermieri. Sono solo alcune delle cifre che rendono concreta l'emergenza sanitaria in Lombardia e lo sforzo della macchina organizzativa a cui Regione Lombardia dà ormai da 26 giorni una risposta. Se gli appelli alle donazioni non mancano, la centrale acquisti lavora a pieno regime per provare a garantire a tutti di avere gli strumenti per lavorare in sicurezza.

Negli ultimi 15 giorni, secondo i dati raccolti dall'Adnkronos sono state necessarie quotidianamente 300mila mascherine chirurgiche, ff2p e ff3p, con una efficienza filtrante del 92% e 98% rispettivamente. Ancora: servono quotidianamente 9mila tute, 90mila camici, 10mila occhiali, 300mila calzari, altrettante visiere e cuffie copricapo. Cifre toccate da quando l'emergenza ha raggiunto quello che, per ora, è il suo apice. Nei giorni precedenti quando la Lombardia ha iniziato a fare i conti con i contagi le esigenze di mascherine erano ben inferiori, poi l'impennata che ha messo in affanno la capacità di rifornirsi da parte dalla sanità lombarda.

Ad ora sono a disposizione di Palazzo Lombardia – in magazzino o già utilizzati – oltre 23milioni di guanti in nitrile, 20mila in manica lunga, altri 13mila in neoprene, oltre un milione di guanti in lattice e quasi 15 milioni in vinile. Già acquistati o in arrivo altri 6 milioni. La corsa contro il tempo resta affannosa ma non si arresta per reperire il materiale che serve per mettere al sicuro i medici e tutto il personale sanitario in prima linea contro l'emergenza sanitaria.