Coronavirus, Osservatore Romano ricorda la santa guaritrice

Ska

Città del Vaticano, 9 mar. (askanews) - "Se c'è una santa di grande attualità in questi frangenti è proprio santa Francesca Romana". Lo ricorda l'Osservatore Romano, in evidente riferimento all'epidemia del coronavirus, in un articolo a firma di Nicola Gorti intitolato "Una salvezza per l'urbe". "E' lei che, potente taumaturga, salvò Roma e i romani da calamità e malattie. Famosa era la sua abilità di curare con le erbe, unita ai doni soprannaturali che Dio le aveva concesso. Le sue mani e il suo cuore pieni di carità furono una salvezza per i poveri, i malati, i peccatori. Tanto amata dalla gente, al punto da venir proclamata compatrona di Roma insieme con gli apostoli Pietro e Paolo. Per quei suoi doni di guarigione è invocata come protettrice dalle pestilenze e per la liberazione delle anime dal Purgatorio".

Il quotidiano vaticano ricostruisce tutta la storia di santa Francesca Romana, e poi conclude. "Da subito sulla sua tomba iniziarono a verificarsi miracoli e guarigioni. Le sue spoglie mortali sono venerate nella basilica di Santa Maria Nova, chiamata familiarmente di Santa Francesca Romana".