Coronavirus, Oxfam rafforza servizi e attività in Italia -5-

red/Mgi

Roma, 13 mar. (askanews) - L'intera confederazione di Oxfam monitora la situazione internazionale, al fine di facilitare la circolazione delle varie esperienze e coordinare i conseguenti possibili interventi. Stiamo già rispondendo in 65 paesi e ci stiamo preparando a rafforzare il nostro intervento in termini di prevenzione della diffusione del Covid19, tra i milioni di persone che supportiamo. Forti dell'esperienza che abbiamo acquisito nella prevenzione igienico-sanitaria da altre importanti epidemie del passato come Ebola e Zika, stiamo già aiutando a prevenire il rischio di infezione con campagne di sensibilizzazione, distribuzione di sapone e kit igienico-sanitari.

"Siamo preoccupati che il contagio da COVID19 possa propagarsi in stati e contesti vulnerabili dove sono già stati registrati i primi casi. - conclude Barbieri - Paesi dove la popolazione soffre di malnutrizione o non ha accesso all'acqua pulita, dove i sistemi sanitari sono estremamente fragili. Pensiamo allo Yemen, alla Siria, al campo profughi di Za'atari in Giordania. Qui l'impatto del contagio potrebbe essere devastante".