Coronavirus, a Palermo anche Esercito in campo per tamponi

webinfo@adnkronos.com
·1 minuto per la lettura

Anche l'Esercito scende in campo in Sicilia per contrastare la diffusione del Coronavirus. Da questa mattina, alla Fiera del Mediterraneo di Palermo, è stato allestito il primo assetto di supporto al personale della Protezione civile e delle Asp impegnato ad effettuare tamponi ai cittadini. In campo un tenente medico dell'Esercito, due sottoufficiali infermieri della Marina, un team logistico della Brigata Aosta e del Comando militare dell'Esercito Sicilia, al quale l'Asp ha affidato la gestione dei cittadini che arrivano a piedi per effettuare il tampone. I gazebo dell'Esercito saranno operativi tutti i giorni feriali, dalle 8 alla 14 e la Difesa è pronta a incrementare la sua presenza sul territorio su richiesta specifica delle autorità sanitarie.

L'operazione Igea è stata fortemente voluta dal ministro della Difesa Lorenzo Guerini e prevede, sul territorio nazionale, l'impiego di 1400 unità delle forze armate, divise in 200 team sanitari, coordinati dal Comando operativo di Vertice Interforze.