Coronavirus, a Palermo nuovi contagi: due donne ricoverate

Coronavirus: a Palermo nuovi contagi, due donne

Tra i nuovi contagi di Coronavirus registrati a Palermo, Sicilia, ci sono anche due donne ricoverate presso l’Ospedale Cervello. La prima, una signora palermitana, era rientrata da un viaggio all’esterno passando dall’aeroporto di Bergamo mentre l’altra è la moglie di un carabiniere già risultato positivo al virus e ospedalizzato.

Tre nuovi contagi a Palermo

La donna, nelle Forze dell’Ordine, avrebbe lavorato per due giorni presso il Palazzo di Giustizia. I colleghi sono in quarantena preventiva anche se alcuni l’hanno osservata di spontanea volontà, senza attendere la famosa telefonata dalla Asl.

Il terzo nuovo caso di contagio da Coronavirus a Palermo è un camionista di 55 anni, presentatosi presso il Cervello con dei forti sintomi influenzali. Positivo al tampone, il paziente è in attesa di un posto letto e non verte in condizioni gravi, fortunatamente. Nel frattempo, le condizioni della turista bergamasca ricoverata presso il medesimo ospedale sono stabili.

A Palermo ospedali pieni?

Nel corso di questa emergenza sanitaria, in tutta Italia è previsto il trasferimento presso diverse strutture ospedaliere, qualora quelle locali non avessero posto: “È assolutamente normale che tutti i reparti di malattie infettive della Sicilia rappresentino un’unica rete a disposizione di tutto il territorio”, ha detto Ruggero Razza, Assessore alla Sanità.

Secondo quanto dichiarato da Razza, è in corso un vertice con i manager delle strutture sanitarie di Palermo e provincia, al fine d’individuare aree riservate al ricovero dei contagiati dal Coronavirus. “Il nostro sistema in questo momento va adeguatamente accompagnato e seguito. In queste ore l’esponente del Governo regionale si sta valutando l’adozione di ulteriori provvedimenti”, ha detto l’Assessore alla Sanità.