Coronavirus, Paolo Russo (Fi): ridare dignità ai medici

Pol/Bac

Roma, 16 mar. (askanews) - "Ridare dignità e sicurezza ai medici ed agli operatori sanitari, fiaccati e stressati da turni di lavoro massacranti": è quanto chiede in un'interrogazione parlamentare al ministro della Salute Roberto Speranza, il deputato Paolo Russo, responsabile nazione del dipartimento Sud di Forza Italia.

"Dall'inizio dell'epidemia di Covid-19 la categoria professionale più esposta - scrive il deputato - è sicuramente quella del personale sanitario e di quanti operano e lavorano nell'ambito di attività e servizi sanitari di pubblica utilità. Sono già oltre 700 i medici, i biologi, i tecnici, i farmacisti e gli infermieri che sono risultati positivi al contagio e migliaia sono quelli in quarantena".

"Per questo motivo sono da ritenere imbarazzanti - osserva - le affermazioni del rappresentante dell'Istituto Superiore di Sanità, Paolo D'Ancona, secondo il quale sarebbe 'da capire se il grande numero di operatori sanitari che si sono contagiati avesse contratto il virus in ambiente di lavoro o fuori'. Parole che, per la prima volta nella storia delle relazioni sindacali, sono state stigmatizzate da una nota congiunta firmata da oltre 20 sigle sindacali".

"Il ministro - conclude Russo - adesso dovrà dirci quali misure saranno adottate per evitare che si ripetano queste ingiuriose rappresentazioni, prive di riscontro scientifico ed espressione di un atteggiamento ministeriale e difensivo che proprio in questi giorni non credo giovi".