Coronavirus, papà in quarantena: disabile muore senza cure

Mos

Roma, 30 gen. (askanews) - Una storia agghiacciante legata all'epidemia di nuovo coronavirus in Cina è emersa oggi dalle colonne del quotidiano Beijing Qingnian Bao, il giornale della Lega giovanile del Partito comunista cinese: un ragazzo di 17 anni disabile è morto dopo essere stato lasciato solo e incustodito perché il padre, che si prendeva cura di lui, è stato messo in quarantena per l'epidemia.

Yang Cheng aveva una paralisi cerebrale, una patologia che richiedeva cure assicurategli dal padre 49enne, Yan Xiaowen. Purtroppo però il 17 gennaio, per celebrare il Capodanno lunare, l'uomo assieme a un altro fratellino autistico 11enne si sono recati a Wuhan, che è l'epicentro del contagio, dal villaggio di Huahe, a 150 km, dove la famiglia risiede. (Segue)