Coronavirus, Papa a sacerdoti: "Non sempre misure drastiche sono buone"

webinfo@adnkronos.com

”Le misure drastiche non sempre sono buone, per questo preghiamo: perché lo Spirito Santo dia ai pastori la capacità e il discernimento pastorale affinché provvedano con misure che non lascino da solo il santo popolo fedele di Dio”. Lo ammonisce il Papa celebrando la messa a Casa Santa. Il Papa, ovviamente, non si riferisce alle misure prese dal governo per contenere i contagi evitando gli assembramenti pubblici, ma si rivolge ai sacerdoti chiedendo che non venga meno un accompagnamento spirituale dei fedeli. Da qui il monito: ”Che il popolo di Dio si senta accompagnato dai pastori e dal conforto della Parola di Dio, dei sacramenti e della preghiera”. 

All’inizio della messa celebrata in privato ma trasmessa via streaming per suo desiderio, il Papa ricorda che “in questi giorni ci uniamo agli ammalati, alle famiglie, che soffrono questa pandemia. E vorrei anche pregare oggi per i pastori che devono accompagnare il popolo di Dio in questa crisi: che il Signore gli dia la forza e anche la capacità di scegliere i migliori mezzi per aiutare. Che il popolo di Dio si senta accompagnato dai pastori e dal conforto della Parola di Dio, dei sacramenti e della preghiera”.