Coronavirus, parchi Disney chiusi fino ad aprile: “La chiusura più lunga in 65 anni”

coronavirus disney parchi chiusi

Dal momento che i contagi da coronavirus continuano ad aumentare, Walt Disney ha deciso che fino a che non ci sarà un miglioramento della situazione i suoi parchi a tema rimarranno chiusi così come gli Universal Studios. La decisione vale sia per quelli americani che per quello situato a Parigi.

Coronavirus: parchi Disney chiusi

L’annuncio è giunto a seguito della conferenza stampa tenuta dal governatore della California, Gavin Newsom. Centro del suo discorso sono state le misure di prevenzione e contenimento della pandemia che continua a dilagare in tutti gli stati. Tra queste il divieto dei raduni di massa e degli assembramenti di persone che inevitabilmente si vengono a creare nei parchi a tema. Così, dopo un colloquio tra il governatore e la Disney si è deciso che Disneyland Park e Disney California Adventure rimarranno temporaneamente chiusi da sabato 14 marzo fino alla fine del mese. Se la situazione non dovesse migliorare, non si esclude che la sospensione delle attività possa subire una proroga.

Stessa decisione anche per gli Universal Studio di Hollywood, Walt Disney World in Florida, Disneyland Paris e Universal Studios Orlando. Quando invece agli hotel del Disneyland Resort, questi resteranno aperti fino al 16 marzo 2020 in modo da consentire agli ospiti di organizzare i loro viaggi.

Per la storica compagnia si tratta della chiusura più lunga in 65 anni di storia del parco. Non è però la prima volta che interrompe completamente le attività. Tale circostanza si era verificata per la giornata di lutto dopo l’assassinio del presidente John F. Kennedy e l’11 settembre 2001 a causa dell’attentato alle Torri Gemelle.