Coronavirus, Parigi sconsiglia di recarsi in Cina

Ihr

Roma, 8 feb. (askanews) - La Francia consiglia ai suoi cittadini di non recarsi in Cina "a meno che non vi sia una ragione imperativa", data l'evoluzione dell'epidemia di coronavirus scoppiata lì da dicembre. E' quanto ha annunciato oggi il ministero degli Esteri dopo una riunione interministeriale a Matignon.

"Dato il contesto in evoluzione dell'epidemia, le restrizioni decise dalle autorità cinesi, la chiusura di scuole e università e la riduzione dei collegamenti aerei, si è deciso di cambiare il consiglio dei viaggiatori e di trasformare in arancione la mappa della Cina (non consigliata a meno che non ci sia un motivo imperativo)", afferma un comunicato stampa.

Cinque nuovi casi sono stati rilevati in Francia. Sono in corso indagini per determinare le persone che sono state in contatto con questi nuovi casi confermati in Alta Savoia. Il loro stato di salute non è preoccupante, secondo le autorità.